Acne: cause e rimedi

 

L’acne è un disturbo cronico che colpisce il follicolo pilifero e la ghiandola sebacea, con aumento di produzione di sebo e ostruzione del follicolo pilifero con conseguente infiammazione. Esistono diverse varianti di questa patologia.

 

Sommario:

 

 

 

Chi può essere affetto da acne?

L’acne colpisce sia maschi che femmine, di tutte le razze ed etnie. È diffusa i particolar modo tra gli adolescenti (ne soffre l’87% dei giovani tra i 16 e i 18 anni), ma compare anche in bambini e adulti di tutte le età. Quando si manifesta nelle forme più aggressive, può determinare anche importanti effetti sulla sfera sociale e psicologica del paziente.

Le cause dell’acne

L’acne può essere provocata da fattori genetici, ormoni androgeni endogeni ed esogeni, batteri, attivazione immunitaria innata con mediatori infiammatori. Ecco alcune delle cause scatenanti più diffuse:

  • Ovaio policistico;
  • Steroidi, ormoni, anticonvulsivanti, inibitori del recettore del fattore di crescita epidermico e altri;
  • Applicazione di cosmetici occlusivi;
  • Dieta ricca di prodotti lattiero-caseari e alimenti ad alto livello glicemico.

Acne: caratteristiche cliniche

L’acne è spesso confinata al viso, ma può coinvolgere anche il collo, il petto e la schiena. Si manifesta con comedoni non infiammati aperti o chiusi (punti neri o teste bianche) oppure con papule infiammate e pustole. Nelle forme gravi l’acne può provocare anche noduli e pseudocisti o macule e cicatrici post-infiammatorie eritematose o pigmentate.

La gravità della patologia è classificata in: lieve, moderata o severa.

  • Acne lieve: conteggio totale delle lesioni < 30
  • Acne Moderata: conteggio totale delle lesioni 30 – 125
  • Acne Severa: conteggio totale delle lesioni > 125

Quali test sono necessari nell’acne?

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi dell’acne è clinica. Tuttavia talvolta sono necessari specifici esami ematochimici o strumentali (ecografia) per valutare eventuali patologie coesistenti (ovaie microcistiche) o per monitorare la sicurezza di alcuni farmaci utilizzati per via orale (come ad esempio antibiotici, estroprogestinici, isotretinoina).

I rimedi contro l’acne

I rimedi per l’acne variano a seconda del livello di gravità della patologia e della condizione generale di salute del paziente. Solitamente per acne di grado lieve si possono utilizzare terapie locali (creme o gel) come perossido di benzoile e/o tretinoina o gel Adapalene; o è possibile ricorrere a lavaggi antisettici o cheratolitici contenenti acido salicilico.

In caso di acne di grado moderato-severo, alla terapia locale si associa spesso una terapia antibiotica per via orale con una tetraciclina come doxiciclina 50-200 mg al giorno per 3-6 mesi. Per i pazienti intolleranti alla doxiciclina si può utilizzare l’eritromicina.

La terapia con antiandrogeni con ciproterone acetato + etinilestradiolo e/o spironolattone può essere considerata nelle donne che non rispondono al contraccettivo orale combinato a basso dosaggio, in particolare per le donne con ovaie policistiche.

L’Isotretinoina è spesso usato se l’acne è persistente o resistente ai precedenti trattamenti.

Quanto dura l’acne?

L’acne tende a migliorare dopo l’età di 25 anni ma può persistere, soprattutto nelle pazienti di sesso femminile. Il trattamento con isotretinoina può portare a remissione a lungo termine in molti pazienti.

 

A cura di Michele Pezza

Hai bisogno di un consulto? Cerca il dermatologo ADOI più vicino a te!

Diventa socio

Associati e ricevi gratuitamente a casa tua le nostre riviste.

JPD magazine Esperienze dermatologiche

SEDE ADOI
Contrada Ponte delle Tavole,
82100 BENEVENTO

CONTATTI Tel. +39 08119168263
Fax +39 08119324957
Email info@adoi.it